Pietro Sarcinella – Studio  Sant'Elmo Ginecologo Napoli
Galleria Video

Il cancro della mammella è il più frequente tumore del sesso femminile. In Italia si ammala 1 donna su 15 nell’arco di tutta la sua vita (7% circa). Attualmente ne muoiono circa 10.000 in un anno. Nel 5% dei casi il cancro non si manifesta sotto forma di nodulo, cosa che avviene nel 95% delle volte. Naturalmente non tutti i noduli sono maligni.Ma un nodulo canceroso raddoppia il suo diametro tra i sei e i dodici mesi.

 

Cosa fare

Autopalpazione, dopo aver imparato a eseguirla su istruzioni del ginecologo, se si dovesse notare qualcosa di diverso dal normale, consultare subito il medico per una visita.
Visita senologica periodica, associata ad indagini stumentali appropriate quali la mammografia, ecografia, diafanoscopia etc

 

 

 

diafan0scopiaQuesta indagine applicata alla diagnosi della patologia mammaria,consiste nella TRANSILLUMINAZIONE della mammella mediante una sorgente di luce fredda.
In pratica la ghiandola mammaria viene vista in tutta la sua trasparenza mettendo in luce le varie strutture che la rappresentano. Così i dati informativi di diagnosi e prevenzione forniti da questa metodica, di semplice esecuzione, eventualmente coadiuvati da altre indagini, risultano immediati. Con la diafanoscopia è possibile rilevare la presenza o meno di alcune patologie mammarie.

\\n