Pietro Sarcinella – Studio  Sant'Elmo Ginecologo Napoli
Chirurgia estetica dei genitali

in cosa consiste? Quali interventi si possono fare?

 

Ecco gli interventi:

  • Riduzione delle piccole labbra
  • ringiovanimento della vagina (varia da caso a caso sia come risultato che come tecnica)
  • lipofilling delle grandi labbra (per aumentarne volume e sofficità)
  • imenoplastica.

Riduzione delle piccole labbra e correzione dell’asimmetria

 

Questi sono i principali interventi che le donne richiedono per la chirurgia estetica dei genitali.

Da alcune ricerche emerge che la ninfoplastica (riduzione delle piccole labbra), ha fatto registrare un aumento del 24% negli ultimi anni.

Come in tutti gli interventi di chirurgia estetica il motivo principale che spinge la donna è lo stato di disagio  che vive per un corpo che non accetta.

Così le donne hanno scoperto che si può intervenire anche sulla vagina, per migliorarla, restringerla, modificarla.

La chirurgia dei genitali può essere ricostruttiva e puramente estetica.

  • Durata intervento: circa 60 minuti
  • Guarigione: 7 giorni
  • Anestesia locale o lieve sedazione
  • Ricovero: day surgery (l’intervento va eseguito di mattina e la paziente torna a casa dopo poche ore).

L’imenoplastica o la ricostruzione dell’imene

 

L’imenoplastica o la ricostruzione dell’imene è un intervento di chirurgia estetica rivolto a tutte quelle donne che hanno perso la propria verginità e che desiderano ricostruire l’imene.

  • Durata intervento: circa 30 minuti
  • Guarigione: 7 giorni
  • Anestesia locale o lieve sedazione
  • Ricovero: day surgery (l’intervento va eseguito di mattina e la paziente torne a casa dopo poche ore).

 

\\n