Pietro Sarcinella – Studio  Sant'Elmo Ginecologo Napoli
FAQ

Domande frequenti (FAQ)

 

Per maggiori dettagli vai all’argomento descrittivo oppure consulta lo specialista online

 

Cosa è la vestibolite vulvare?

Risposta: E’ l’infiammazione cronica della parete posteriore dell’ingresso vaginale.

 

Cosa è la vulvodinia? Come si diagnostica e cura?

Risposta: Bruciore, dolore o irritazione all’ingresso della vagina. Eseguire una visita ginecologica, perlomeno un tampone colturale e uno swab test.

 

Cos’è lo swab test? A che serve?

Risposta: serve a capire il dolore vulvare dove è localizzato e quali sono le terapie da effettuare. Leggi l’articolo correlato.

 

Dolore e bruciore durante i rapporti. Perché e cosa fare?

Risposta: Già dalla visita ginecologica si riesce a inquadrare il problema. Per inquadrarlo perfettamente si esegue un tampone colturale, uno swabtest ed una vulvoscopia. Nel 90% dei casi si arriva ad una diagnosi  e ad una terapia.

 

Se le mestruazioni non arrivano?

Risposta: Fare innanzitutto una test di gravidanza (Beta-hcg su sangue!).Poi rivolgersi allo specialista per un consulto.

 

Come si manifesta il dolore addominale e quando bisogna preoccuparsi?

Risposta: Le possibili cause sono veramente tante! Vanno da una endometriosi alla presenza di una cisti ovarica, da una semplice infiammazione ad una gravidanza extrauterina ed altro ancora. Quindi è realmente importante la visita ginecologica ed una ecografia.

 

Cosa è “l’annessite”?

Risposta: Infiammazione degli annessi dell’utero: può riguardare ovaie e salpingi o tube. Detta anche salpingovarite può essere acuta, sub acuta o cronica.

L’annessite acuta è caratterizzata da dolori al basso ventre che spesso si irradiano fino alla regione lombo-sacrale. Questi dolori si intensificano con i movimenti e i rapporti sessuali.

 

Cosa è il climaterio? E la menopausa? Cosa fare?

Risposta: Nelle donne  si può definire climaterio il periodo che intercorre tra l’ultima mestruazione regolare e la definitiva cessazione delle mestruazioni (menopausa) caratterizzato da disturbi vasomotori, nervosi ed endocrini.

 

Si può curare la secchezza vaginale?

Risposta: Certamente! Basta capirne le cause con una semplice consulenza ginecologica. Può dipendere da fattori infiammatori, infettivi, ormonali…Fare subito una consulenza!

 

Cosa è la “Candida”? Come si manifesta? Come si cura?

Risposta: La candidosi è un’infezione causata da funghi del genere Candida, più frequentemente dalla specie Candida albicans. Questa si riscontra abitualmente nel cavo orale, nella vagina e nel tratto gastrointestinale; in particolari condizioni può diventare infettante determinando la malattia.

 

La pillola del giorno dopo serve? quali sono i pericoli che si corrono prendendola?

Risposta: Sembra che l’Unione Europea stia liberalizzando la vendita in molti paesi. In Italia ci vuole ancora la prescrizione medica con analisi preventive atte ad evitare gravi effetti collaterali. Non è certo che dopo averla presa non ci sia il concepimento. Quindi è molto più logico assumere un anticoncezionale per evitare di arrivare a questo tipo di contraccezione di emergenza, molte volte inutile e pericolosa.

 

Dove si fa l’interruzione volontaria di gravidanza?

Risposta: Solo nelle strutture pubbliche autorizzate. Entro la 12° settimana.

 

Che pericoli si corrono abortendo?

Risposta: dalla sterilità alla setticemia. Chiaramente per fortuna è un evento raro se si seguono i protocolli aziendali suggeriti dal ginecologo che esegue l’intervento.

 

Come si cura la sterilità?

Risposta: Poichè le cause sono innumerevoli (vedi articolo correlato), conviene prima fare una consulenza dal ginecologo esperto in materia per inquadrare l’iter diagnostico.(Vedi articolo correlato).

 

Che esami fare prima di prendere la pillola anticoncezionale?

Risposta: Antitrombina III, omocisteina, pap test, visita alle mammelle e, importantissima, la visita ginecologica correlata ad una ecografia.

 

Cosa fare se si dimentica di prendere la pillola anticoncezionale?

Se si dimentica di prenderla e la si recupera entro 12 ore, non ci sono problemi. Se vengono dimenticate più di una pillola, bisogna recuperarle. In tal caso continuare ad assumerla sino alla fine della confezione, ma non si è più protette da un punto di vista anticoncezionale.

 

Cos’è la “piaghetta”?

Risposta: La cosiddetta “piaghetta” nel gergo comune si riferisce ad una erosione del collo dell’utero. Tanti anni or sono i ginecologi diagnosticavano questo stato sicuramente come un dato patologico e procedevano alla “bruciatura” mediante bisturi elettrico. Attualmente la corretta procedura si avvale innanzitutto di un pap test seguito eventualmente da una microfotocolposcopia e poi in ultima analisi si valuta il trattamento giusto.

 

Come si cura la mancanza di orgasmo?

Risposta: Le cause possono essere legate a problemi di natura relazionale e psicologica oppure a problemi organici (patologie come la sclerosi multipla o traumi vertebro-midollari).

 

Come si cura l’impotenza maschile?

Risposta: Dipende dal tipo di problema: se c’è una impossibilità a procreare oppure ad avere un rapporto. Esistono esami specifici per l’uno e per l’altro caso per fare diagnosi e terapia.

 

Quando si fa la genitoscopia  o penescopia maschile e perchè?

Risposta: E’ una tecnica diagnostica non invasiva per esaminare cute e genitali maschili in caso di sospetto di condilomi o altre patologie.

 

Perchè bisogna fare il pap test a scadenze regolari?

Risposta: Il collo dell’utero è statisticamente, insieme alle mammelle e ai polmoni, soggetto a sviluppare un cancro piu’ facilmente di altri organi. Ecco perchè non si fa il pap test, cioè l’esame delle cellule, alla lingua. Semplicemente perchè il cancro della lingua è raro.

 

Conviene fare la ricerca dell’HPV (Papilloma Virus)?

Risposta: Sappiamo bene che la vaccinazione per l’HPV va fatta alle adolescenti tra gli 11 e i 16 anni perchè questo virus è causa del 90% del cancro al collo dell’utero. Per chi non avesse fatto la vaccinazione, conviene fare la ricerca del DNA virale almeno una tantum. Purtroppo l’HPV si comporta in una cellula come un leone che dorme anche per anni. Se si sveglia…?

 

Come si contagia il papilloma virus? Cosa  fare per prevenirlo? Si può guarire dall’HPV?

Risposta: Il papilloma virus umano o HPV è un virus appartenente al gruppo dei papillomavirus.  Le infezioni da HPV sono estremamente diffuse e possono causare malattie della pelle e delle mucose (quali condilomi) e cancro del collo dell’utero.

L’ HPV si contrae tramite contatto diretto (sessuale, orale e cutaneo). 

 

Nell’uomo come si fa a vedere se c’è l’HPV?

Risposta: Non esiste attualmente un’indagine che ce lo possa far capire. Se però ci sono dei sospetti di condilomi, conviene eseguire una genitoscopia.

 

Condilomi o verruche. Cosa sono e cosa fare per eliminarli?

Risposta: Sono escrescenze di natura infettiva. Se sono acuminati hanno come causa l’HPV.Si eliminano o farmocologicamente o con diatermocoagulazione o crioterapia o laserterapia.

 

Cos’è un polipo cervicale? Che fare?

Risposta: E’una neoformazione in genere benigna che nasce o all’interno dell’utero o sul collo dell’utero. La trasformazione maligna è rara ma conviene sempre asportarlo sia perchè può dar luogo ad emorragie sia trasformarsi in tumore maligno.

 

Dolori addominali durante le mestruazioni? Perchè e che fare?

Risposta: Molto dipende se questi dolori ci sono sempre stati, cioè dalla prima mestruazione, oppure siano comparsi in epoca successiva. Le patologie associate sono molte. Conviene sempre fare una ecografia e una visita dove è possibile. Almeno per avere un primo approccio sulla diagnosi.

 

Conviene togliere un mioma o più miomi dall’utero?

Risposta: Si chiama anche fibroma o leiomioma. Sono tumori benigni. Toglierli dipende dal numero, dalla sede, dal volume, dall’età della donna, dalla sintomatologia e da eventuali perdite ematiche e mestruali. La trasformazione in tumore maligno è rara. Comunque conviene fare una ecografia pelvica e una visita ginecologica.

 

Se si hanno rapporti con più persone a distanza di poco tempo e si instaura una gravidanza, come fare per sapere chi è il padre del neonato?

Risposta: La soluzione al suo problema esiste. Si tratta di effettuare un Test di di Attribuzione di Paternità mediante ibridazione al DNA-QF-PCR mediante villocentesi, esame che le consentirebbe di avere una risposta in 48 ore!

 

Perchè in gravidanza si fa l’ecografia strutturale?

Risposta: Viene effettuata in genere alla 21esima settimana e serve a vedere se ci sono malformazioni fetali evidenziabile a quest’epoca.

 

Cos’è il varicocele? Come si cura?

Risposta: E’ una dilatazione delle vene dei testicoli che aumentando la temperatura può provocare danni agli spermatozoi. Si risolve con un intervento in microchirurgia

 

Perche’ sono aumentati i tagli cesarei?

Risposta: Sia per richiesta specifica della paziente sia perchè nel 2015 non sono più applicabili ausili come forcipe o ventosa  o manovre ostetriche se non d’urgenza.

 

E’ meglio partorire naturalmente?

Risposta: Come dice la risposta stessa, “naturalmente” ovverossia senza interventi esterni e sempre che non ci siano presupposti che lo controindichino. Non dimentichiamo mai che il fine giustica i mezzi! Lo scopo è la salvaguardia e il benessere sia della madre che del nascituro, sia che ci sia un parto spontaneo che un taglio cesareo. Inoltre,  ma solo per conoscenza, leggere l’articolo “parto spontaneo” a cui rimando per una dettagliata sintesi (Informativa per le pazienti gravide).

 

Perchè in gravidanza si fa il TORCH? cos’è?

Risposta: Il T(toxoplasmosi) O (others) R (rosolia) C (citomegalovirus) H (herpes simplex), possono essere responsabili di malformazioni fetali. Vedi articolo correlato.

 

L’amniocentesi è pericolosa? Quando conviene farla?

Risposta: E’ il prelievo transaddominale del liquido amniotico. Il rischio è quello della interruzione di gravidanza che si aggira intorno al 0,031%.Cosa si può individuare? Anomalie cromosomiche anche con piccoli riarrangiamenti molecolari come anche difetti genetici clinicamente ed eticamente rilevanti. Conviene farla alle donne che hanno superato il 35esimo anno di età, in presenza di fattori di rischio familiari o in caso di malattie infettive. Non dimentichiamo comunque che l’incidenza di alterazioni genetiche in una donna di 20 anniè  di circa 1:1600 sino ad arrivare a 1:350 dopo il 35esimo anno. Vedi anche articolo correlato.

 

Gravidanza extrauterina. Cos’è e cosa fare

Risposta: è una gravidanza in cui l’ embrione si impianta al di fuori della normale sede uterina. L’incidenza è di 1 su 200 gravidanze circa e nel 98% dei casi l’impianto avviene a livello delle tube (gravidanza tubarica), il cui lume è tuttavia troppo ristretto per accogliere un sacco gestazionale in via di sviluppo: si ha così aborto o rottura tubarica.

 

Si può partorire naturalmente dopo un cesareo?

Risposta: Si, chiaramente monitorando il travaglio con molta attenzione, per possibile rottura della cicatrice isterotomica.

 

Cosa fare in caso di una cisti ovarica?

Risposta: Valutare con ecografie il volume e la tipologia. Oggi esistono indagini molto accurate per individuarne la natura.

 

Cosa è l’endometriosi?

Risposta: l’endometriosi (da “endo”, dentro e “metra”, utero) è una malattia cronica e complessa, originata dalla presenza anomala del tessuto che riveste la parete interna dell’utero, cioè l’endometrio, in altri organi quali ovaie, tube, peritoneo, vagina, intestino. Ciò provoca sanguinamenti interni, infiammazioni croniche e tessuto cicatriziale, aderenze ed infertilità.

 

Cosa è l’ovaio micropolicistico?

Risposta: La micropolicistosi ovarica è una disfunzione ormonale cronica caratterizzata da un eccesso di androgeni e dalla riduzione o assenza della capacità ovulatoria dell’ovaio.

 

La spirale è sicura?

Risposta: E’ un dispositivo in plastica e rame che si inserisce nell’utero ed ha una durata che va dai due ai cinque anni. Può essere rimosso in qualsiasi momento. Il rischio di gravidanza è di circa il 2%. E’ preferibile per donne che hanno già avuto figli.

 

Conviene la spirale o la pillola?

Risposta: Entrambe. Fattori clinici e psicologici ne determinano la scelta.

 

Quando legare le tube?

Risposta: Quando si è sicuri che non si vogliano altri figli o quando un’altra gravidanza sarebbe pericolosa.

 

Perché moltissime donne restano gravide col coito interrotto?

Risposta: Si ha una fuoriuscita degli spermatozoi già dall’inizio del rapporto e l’ovulazione non ha una data precisa.

 

Qual’è il periodo fertile? Durante le mestruazioni è possibile rimanere incinta?

Risposta: Il periodo fertile molte volte è un concetto teorico. Il concepimento è possibile sempre.

 

Quanto tempo sopravvivono gli spermatozoi ?

Risposta: una volta penetrati anche alcuni giorni.

 

Perchè si prende l’acido folico in gravidanza?

Risposta: Si riducono la probabilità per il nascituro di sviluppare malformazioni del sistema nervoso centrale.

 

Mastopatia fibrocistica. Cos’è?

Risposta: e’ una modifica del tessuo mammario talora associata ad aumento del  tessuto fibroso, cisti, proliferazione cellulare.

 

Come si fa a vedere se c’è ancora verginità?

Risposta: Se per verginità si intende il non avere avuto rapporti sessuali vaginali completi, tolora non è possibile rilevarlo. Solo se è avvenuta la lacerazione dell’imene la “perdita della verginità” è diagnosticabile.(Vedi “anatomia e fisiologia”).

 

Si può ridiventare vergine?

Risposta: Si, se si intende la ricostruzione dell’imeneassociata, se possibile, a restringimento vaginale.

 

Si possono ritardare le mestruazioni?

Risposta: Si. Dipende per quanti giorni e dalle condizioni cliniche della paziente.

 

Quando aumentare il seno?

Risposta: Quando la donna ha l’esigenza di farlo semplicemente, come qualunque intervento di chirurgia estetica.

 

Le mammelle possono essere “alzate” senza aumentarle di volume?

Risposta: Si chiama “mastopessi” ed è possibile dopo una consulenza.( vedi articolo correlato).

 

Perchè le protesi vengono messe direttamente sotto la mammella e/o sotto il muscolo pettorale?

Risposta: Dipende da quello che si vuole ottenere come effetto finale e dalla conformazione anatomica delle mammelle e dei muscoli pettorali.

 

Per quanto tempo bisogna stare a riposo dopo l’intervento?

Risposta: Circa una settimana.

 

Quanto dura l’intervento?

Risposta: circa due ore e la paziente va a casa nella stessa giornata.

 

Le orecchie a sventola come si correggono?

Risposta: con una incisione dietro al padiglione auricolare. Può essere eseguito anche in anestesia locale.

 

Come si fa il riduce il grasso in eccesso nell’interno delle cosce? e sui fianchi o in altre zone?

Risposta: In genere con la liposuzione  dopo trattamento laser.sempre che la zona da ridurre non sia eccessiva. La valutazione dipende dal chirurgo.

 

La blefaroplastica è dolorosa?

Risposta: se bisogna eliminare solo l’eccesso di pelle in più non è dolorosa, si può fare in anestesia locale e i risultati si vedono dopo circa dieci giorni.

 

L’addominoplastica : quando si può fare?

Risposta: Quando c’è un eccesso di grasso addominale in più tale ed uma plica addominale che scenda  sino al pube. In tal modo si può fare la trasposizione dell’ombelico.

\\n